lunedì 8 settembre 2008

Ma come mi arriva la merce fresca?


Si conservera' bene il pecorino durante il trasporto? come mi arriverà a casa il salame?

Queste sono alcune delle domande che ci si può porre prima di effettuare un acquisto on line. Sono domande più che lecite, in fondo siamo abituati ad andare al supermarket o alla bottega sotto casa, tornare e mettere la spesa in frigo. Farsela spedire è un concetto ancora un po' lontano per alcuni.

Per chi pratica commercio elettronico di prodotti alimentari come noi, la conservazione della merce durante il trasporto è una priorità assoluta per il successo dell'attività.

Ci sono varie soluzioni che possono venire adottate. La più comune forse è quella dell'utilizzo del Ghiaccio secco, buon metodo come performance, se non fosse che il ghiccio secco è un po' troppo delicato da maneggiare e difficile da stoccare. E' buona norma poi non maneggiarlo troppo a mani nude.

Noi abbiamo optato invece per il Ghiaccio Gel, un sistema di accumulo di freddo capace di mantenere la temperatura interna della scatola usata per il trasporto intorno ai 4/6 gradi.

Si tratta semplicemente di buste da congelare in una cella frigo e da riporre poi nella scatola insieme ai prodotti da spedire. E' un sistema usato anche da grandi aziende farmaceutiche per il trasporto dei loro medicinali e dalle industrie alimentari. Tra l'altro le buste dopo essersi scongelate sono anche riutilizzabili se ricongelate. La merce spedita ( salumi, formaggi e pesce) è sempre comunque confezionata sotto vuoto quando necessario.

Per il momento ci stiamo trovando bene e non abbiamo mai avuto lamentele sullo stato della merce al momento della consegna. Avete magari però riscontrato dei problemi e non ce lo avete comunicato..?, vi saremo grati se lo farete adesso, lasciando un vostro messaggio.

Se avete fatto degli acquisti on line e conoscete altri metodi per la refrigerazione, siamo curiosi di saperlo anche noi.
Berny
(Foto di liditalia)

7 commenti:

clamilla ha detto...

Ecco! Buono a sapersi!!
Ciao
Martina

La Boutique del Gusto ha detto...

Ciao Martina, bene, facciamo un po' di informazione, ci vediamo sul tuo blog..!!

ROSA E OLIVIER ha detto...

"ma ho la certezza che il mio mondo
e ci sarà anche quando chiederò di
chiudere la luce..."...!?...baci...e per te...link "poetas á mesa."

Ciboulette ha detto...

A dire la verita' e' una domanda che mi sono sempre fatta, grazie per averlo spiegato... :))

Ti posso mandare un abbracio virtuale??? Le intolleranze alimentari sono spesso sottovalutate da chi non ne soffre, perche' tanto non sono una vera malattia...ma io immagino che non sia affatto facile, sia dal punto di vista del gusto sia da quello sociale :(
Cmq per fortuna che ci sono tante cose buone al mondo e tu lo sai bene :) Ciao!

La Boutique del Gusto ha detto...

Grazie Cibo,una abbraccio anche a te.. a presto!!
Berny

Pippi ha detto...

Interessante questa cosa......descrizione esaurientissima grazie!

La Boutique del Gusto ha detto...

Bene.. bene.., ciao Pippi!!