martedì 7 ottobre 2008

Risotto allo Strachitunt e Capocollo


Lo Strachitunt è un erborinato originario del Bergamasco che si presta, per la sua consistenza, alla preparazione di primi piatti, per il ripieno di pasta fatta in casa o semplicemente nel classico tagliere di formaggi. Segue la stessa preparazione del più famosoTaleggio, ma si differenzia per una pasta più aromatica e profumata.

Noi ve lo proponiamo in questo risotto, accostato al Capocollo, un salume molto profumato e delicato… Se lo provate, fateci poi sapere che ne pensate :)

Ingredienti per 4 persone:

- 280 gr. di riso Carnaroli
- 200 gr. di Strachitunt
- 100 gr. di Capocollo
- 80 gr. di Cipolla
- Vino bianco secco
- Brodo
- Olio extra di oliva
- Maggiorana e Prezzemolo

Modalità di preparazione:

Tritate la cipolla e fatela appassire in una pentola a pressione con due cucchiai d’olio. Tostate in questo fondo il riso. Bagnatelo poi con un terzo di bicchiere di vino e lasciatelo evaporare.
Unite quindi 650 gr. di brodo bollente, mescolate e coprite la pentola con il suo coperchio, calcolando sette minuti da quando comincia a fischiare. Dopo sette minuti mescolate il risotto e mantecatelo con lo Strachitunt tagliato a pezzi.
Servitelo con il Capocollo tagliato a striscioline e un trito di maggiorana e prezzemolo.

Tempo: 15 minuti circa

Berny

6 commenti:

dolci a ...gogo!!! ha detto...

gustossissimo!!!!!che altro dire???baci imma

La Boutique del Gusto ha detto...

Ciao Imma, ben tornata...!!!

Berny

Anonimo ha detto...

Ho appena visto la mortadellazza...certo se aveste messo la favola dei Mc Palmieri sarebbe stato ancora meglio comunque fra un po' incarico il mio primo ordina da voi e sapró dirvi se ne é valsa la pena :)...ma i produttori slow food di mortadella non erano Pasquini e Bonfanti di Cento???

La Boutique del Gusto ha detto...

Ciao, innanzitutto grazie per il tuo commento..., che ci ha dato modo di verificare l'imprecisazione che il nostro tecnico ha commesso nell'inserire la scheda prodotto della mortadella. Nella scheda è stato riportato il nome della casa madre, cioè Negrini salumi, anzichè il marchio BONFATTI di proprietà sempre della Negrini salumi, che è proprio quello da te citato, anche se con un errore di battitura. La nostra Mortadella a Presidio Slow Food è infatti BONFATTI e non Bonfanti come scritto da te.. anche se intendevi esattamente loro.
I due produttori di Mortadella Slow Food sono Pasquini e Bonfatti (Negrini), anche se Pasquini è più conosciuto.
Per quanto riguarda quella del Palmieri, noi abbiamo dei dubbi..., anche se i gusti son gusti..., grazie ancora della tua segnalazione!!

Berny

La Boutique del Gusto ha detto...

La scheda è stata corretta... :)

Anonimo ha detto...

Your blog keeps getting better and better! Your older articles are not as good as newer ones you have a lot more creativity and originality now keep it up!